Non chiedetemi perche’ questa terra meravigliosa mi sia entrata nel cuore e per quale motivo io oggi mi senta realmente a casa quando sono li… ma tutto inizia qualche mese prima di settembre 2009, data del mio primo “approccio” (visto che di amore si tratta), quando con un’amica decidiamo di partire per un viaggio diretto in Irlanda. Dublino per qualche giorno e poi on the road, senza prenotare niente solo la macchina. Il mio primo VIAGGIO per cui ero un po’ timorosa, io che fino ad allora avevo sempre pianificato tutto, senza lasciare nulla al caso … mi trovavo a non sapere se ma soprattutto dove avrei dormito la notte!! Terribile!!! Oggi a distanza di qualche anno dico terribilmente …. affascinante e stimolante!
10 giorni a disposizione dove abbiamo visto e fatto tutto quello che ci passava per la testa, senza mai dare tregua alla nostra brama di vedere conoscere e gustare! Si perche’ anche dal punto di vista enogastronimico non ci siamo fatte mancare niente!

Happy hour a Galway , Oyster & Guinness

Happy hour a Galway , Oyster & Guinness

Il nostro vagabondare ci ha portato per 4 gg a Dublino dormendo al Trinity College.
Visitata tutta a piedi assaporando anche l’aspetto piu’ bello, perdersi per le vie ..

157-wicklow-wayE poi direzione sud attraverso le Wicklow mountains

 

e poi ancora a sud, passando per Cashel e Cahir ( con le loro rocche gemelle),

 

308-blarney-castle

Blarney Castle

Kilkenny e Cork

il fantastico Ring of Kerry, fatto al contrario rispetto al turismo abituale..

 

395-ring-of-kerry-the-ocean

 

 

 

 

 

 

445-cliffs-of-mohere le maestose Cliffs of Moher!

369-clonmacnoise

Clonmacnoise

Di nuovo in corsa, verso nord, lungo la Wild Atlantic Way con direzione Galway.
Abbiamo poi lasciato la strada costiera per addentrarci alla ricerca di un posto che per me rimane il simbolo di questa terra, delle sue tradizioni e del suo fascino senza tempo: Clonmacnoise.

325a-clonmacnoise

 

 

 

 

 

E poi ancora Donegal, con le magnifiche Slieve League, Sligo ( forse la cittadina che amo di piu’ in Irlanda ) e per finire l’Ulster, con Derry, le Giant’s Causeway, il Carrick-a-rede bridge , la grigia Belfast e poi di nuovo giu’ fino a Dublino passando per Newgrange.
Abbiamo dormito nel posti piu’ strani, spesso suggeriti dalla Lonely Planet, mia compagna di sempre; piu’ erano strane le descrizioni piu’ ci piaceva l’idea di dormire li.
Forse avevo bisogno di una sorta di rinascita e la mia anima ha ricevuto il regalo piu’ grande: l’incontro con una terra che sento mia e che “incarna” tutto quello che per me  conta… tradizione, storia, cultura, natura, famiglia e … magia & sogni!


Condividi su:

2 Commenti

  • Ale Posted 15 Novembre 2016 19:19

    Io ho quasi una lacrimuccia di commozione e in questo momento ho perso le parole…. Bruce Springsteen, la guida “storta”, la pallina cassa audio, l’esercitazione militare, e tanto, tanto, tanto ancora…. Un viaggio fantastico….
    La tua piccola Puck…..

    • Maria Cristina Schiavo Posted 16 Novembre 2016 0:05

      Un viaggio che per me è stato TANTO, l’inizio di un nuovo modo di vedere il mondo! quanto ci siamo divertite e quante ne abbiamo fatte!!! la tua whisky taster Schizua

Scrivi un commento

I campi con asterisco * sono obbligatori. La tua mail non verrà pubblicata.