Edimburgo e dintorni! dicembre 2017

Edimburgo e la Scozia. Dopo la mia amata Irlanda forse uno dei posti più intriganti dal punto di vista emotivo. Ne sono rimasta affascinata e ovviamente come mi capita in questi casi, 4 gg mi hanno solo fatto venire la voglia di tornare! Anche la Scozia, come la terra di Erin è ricca di storia e di natura. Questo viaggio è importante anche perché è il mio primo viaggio in solitaria, tra me & me, senza obblighi e senza compagnia, o meglio in compagnia dell’unica persona con la quale tutto andrà sempre per il meglio. In questi 4 giorni sono riuscita a vedere paesaggi meravigliosi, posti incantati e nonostante il freddo ( -6°) ho trovato giorni meravigliosi di sole e luce! Vi porto con me in questo breve ma intenso scorcio nella fredda Scozia.

8 dicembre2017

Diamo inizio all’avventura: partenza da Treviso un po’ in ritardo rispetto alla tabella di marcia , per cui arrivo ad Edimburgo alle 21.00 passate. Devo ritirare l’auto e dirigermi a  Queensferry, a nord, per la notte. Ovviamente per spendere poco ho preso l’unico Car Rental fuori dall’aereoporto, per cui tra una scampagnata a piedi e 5 minuti di autobus, arrivo finalmente a prendere la mia mini car. In fretta la noleggio, mi adeguo alla guida al contrario e arrivo al Rooms at Ravenous Beastie a Queensferry. A 5 minuti dalla chiusura della reception. Stasera cena non proprio tipica, alle 22 trovo aperto solo un ristorante indiano. Meglio tornare a casa e andare a letto. Giornata lunga.

 

9 dicembre 2017

breakfastMi sveglio in un posto meraviglioso, con il sole e con vista sull’acqua. Credo di essere in paradiso. Stamattina mi aspetta la Full Scottish Breakfast. E la faccia del cameriere, dopo la mia ordinazione che mi chiede: really??? penso che non me la scorderò facilmente! Si parte. Direzione St Andrews, dove c’e’ un castello e un’abbazia meravigliosa. Al ritorno mi dirigo lungo la costa e passo tutti i paesetti Crail, Anstruther, Saint Monans, Elie dove mi fermo al Ship Inn a mangiare. Dentro un tipico pub e all’esterno un panorama mozzafiato. Riprendo la strada e mi dirigo a Kirkcaldy, Aberdour, Culross e infine a Stirling, dove dormirò questa notte. Ci arrivo nel pomeriggio e mi rilasso visto che ormai fuori è buio pesto e io mi trovo in un castello. Stanotte dormirò al Broomhall Castle, che si rivela come da aspettative: bellissimo, scricchiolante… da fiaba! Quindi non mi resta che rintanarmi nel castello!

10 dicembre 2017

Stamattina colazione quasi dietetica con scones e yoghurt. Mi alzo presto come tutte le mattine e fatta colazione riparto in direzione Castello di Stirling, passando per il Wallace Monument. Stamattina la cittadina di Stirling è ammantata di brina, un velo bianco che rende tutto più lieve e dolce. Nonostante le temperature. In tarda mattinata riparto in direzione Edimburgo; finalmente arrivo in città. Mi dirigo già al B&B per appoggiare macchina e valigia: Sonas Guesthouse. In posizione strategica, a soli 20 minuti a piedi dal Royal Mile. Oggi mi concedo 2 starters doc: Cullen Skink & Haggis neeps and tatties, tradizione allo stato puro. Poi il Castello di Edimburgo e la sua destiny stone (pietra sopra la quale venivano incoronati i re, che dopo 700 anni è tornata in patria) e infine Santa Land. I mercatini di Natale sono sempre affascinanti, ma questa atmosfera ha reso tutto magico e quasi incredibile. Bellissimo perdersi in mezzo a gente di ogni età, nazionalità, tra i banchetti del cibo fumante  e delle “chincaglierie” tipiche del periodo natalizio. Torno al mio lettino per affrontare la mia ultima notte in terra scozzese, consapevole che sarà solo l’ultima di questo primo viaggio.

11 dicembre 2017

Ultima full scottish breakfast (non proprio full perché altrimenti rischio di tornare rotolando e con il colesterolo a mille!) e alle 8.30 sono già fuori di casa. La direzione è l’Arthur seat, ma forse è troppo presto per gli autobus, per cui alla fine me la faccio a piedi e arrivo quasi alla cima. Purtroppo il tempo stringe e se dovesse tornare a piedi la strada e lunga e il tempo poco. Alla fine arrivo a metà del Royal Mile e trovo un autobus caritatevole che mi raccoglie. Ritorno alla mia guesthouse e mi riposo un po’ prima della partenza. Devo restituire il mio potente mezzo e salutare questa terra meravigliosa dove ho lasciato un pezzetto del mio grande cuore di viaggiatrice! Anche se di sicuro sarà un arrivederci e non un addio…

 

Per avere un’idea dei posti meravigliosi dove sono stata clicca qui


Condividi su:

Scrivi un commento

I campi con asterisco * sono obbligatori. La tua mail non verrà pubblicata.