A spasso tra la caotica Bruxelles e la romantica Bruges! giugno 2016

Quando dicono che Bruxelles non è la capitale europea che suscita più scalpore, quella che vedi dopo tante altre e quando non sai dove andare, hanno ragione! In effetti l’idea di fare un viaggio in Belgio è nata da una proposta di un amico alla quale ho risposto: perché no??? Cercando poi, come faccio di solito prima di partire, cosa andare a vedere, sono incappata in una delle più belle cittadine medioevali a misura d’uomo vista fino ad ora: Bruges. E ad avere un po’ di tempo in più, secondo me merita una visita anche la vicina Gand, ma per noi era un solo un week end, magari la prossima volta. La stranezza di questo viaggio è che sono partita da sola, per trovare direttamente a Bruxelles chi viaggiava con me; e ho subito dato prova del mio innato senso dell’orientamento ( fatemi girare il mondo e vi porto dove volete, ma poi riesco a perdermi in un bicchier d’acqua). Passiamo la prima serata in giro per Bruxelles un po’ a caso, per poi dirigerci al Delirium Cafè. L’istituzionalita’… della birra belga non si può tralasciare!!! Il giorno dopo passiamo la giornata a Bruges, forse una delle città medioevali più affascinante e fiabesca vista fin ora, vicoli e canali che collegano piazze spettacolari, con alte torri e chiese. Scesi dal treno passiamo per il Minnewater park, con il suo lago dell’amore, il Begijnhof, il Burg con il suo municipio gotico, il Markt e il Belfort, simbolo della cittadina con i suoi  366 scalini. E poi i canali e la gita in battello, i mulini del quartiere di Sant’Anna e ovviamente il birrificio. Sarebbe stato spettacolare rimanere a dormire a Bruges, dicono che dopo il tramonto le illuminazioni rendono davvero suggestiva questa piccola cittadina. Noi torniamo a Bruxelles e girovagando per la città andiamo a vedere due delle “attrazioni” turistiche piu’ importanti: la Grand Place e il Mannequin Pis ( che a dire la verità è stato un po’ deludente). Il giorno successivo abbiamo solo il tempo di un giro al Parc du Cinquantenaire e dopo pranzo un giretto per un mercatino caotico e turistico. Bruxelles merita una visita per le istituzionalità che rappresenta e… molto di più per le sue sensazionali birre, che valgono il viaggio. Bruges è invece una bella cittadina a carattere fiammingo, una delle tante venezie del Nord ( anche se da buona veneta ci tengo a sottolineare che di Venezia ce n’è una sola!). Ecco cosa mi rimane di un viaggio nato così per caso e per amicizia.

 

 

 

e se poi vuoi vedere qualche foto in piu’ clicca qui

Salva


Condividi su:

Scrivi un commento

I campi con asterisco * sono obbligatori. La tua mail non verrà pubblicata.